FAQ Lavorare con un drone da 300 grammi

Cosa devi ASSOLUTAMENTE sapere per lavorare con un drone da 300 grammi

Lavorare con un drone da 300 grammi, cosa devo sapere.

 

Domande frequenti

 

 

1. CON UN DRONE DA 300g POSSO VOLARE IN CITTÀ?

Lavorare con un drone da 300 grammi in città, si può fare ma ATTENZIONE !

!  SOLO a determinate condizioni: Il drone DEVE essere riconosciuto da ENAC come APR con para eliche e con velocità<60Km/h. Chi lo conduce DEVE essere riconosciuto da ENAC come OPERATORE con assicurazione e relativa manualistica e soprattutto si vola rispettando le regole dell’aria. Queste sono le condizioni per volare in città, NON basta compare un drone da 300g.

 

2.  LAVORARE CON UN DRONE DA 300 grammi ? E’ VERO ?

volo SAPR 300 grammi in ATZ consulenza all'autorizzazione volo drone in no fly zone Lavorare con un drone da 300 grammiI droni da 300g godono di privilegi operativi notevoli (trasformano tutte le operazioni critiche in NON CRITICHE e NON prevedono buffer), possono volare LIBERAMENTE dove NON ci siano vincoli aeronautici e anche in città. Se ci sono VINCOLI come ATZ, P, R, Parchi naturali ecc.. il volo NON è libero, spesso è proibito e alcu.ne volte occorre richiedere autorizzazioni tramite apposite procedure. (ESEMPIO: Roma, Milano ..) Prima di ogni volo un OPERATORE DEVE fare una FATTIBILITÀ NORMATIVA e una FATTIBILITÀ TECNICA per verificare la fattibilità dell’operazione. Esempio banale: è come con l’auto, posso guidare dove voglio, ma devo rispettare il codice della strada e se devo entrare in un ZTL o non ci entro e o chiedo un permesso

 

3. PER PILOTARE UN 300g OCCORRE PATENTINO, BREVETTO O ATTESTATO, VISITA MEDICA?

NON esiste patentino, NON esiste brevetto, ma esiste SOLO ATTESTATO PILOTA, nelle varie categorie di APR previste e superiori ai 300g. Per i 300g NON serve attestato PILOTA ne visita medica, ma x operare in maniera PROFESSIONALE occorre essere riconosciuto Enac come OPERATORE, con manualistica e assicurazione.

 

4. PER OGNI VOLO IN CITTÀ DEVO CHIEDERE AUTORIZZAZIONE?

Per OPERATORI con un 300g in regola, se la città è libera da vincoli, il volo è LIBERO. Se invece ci sono vincoli, occorrono autorizzazioni specifiche da valutare a seconda del contesto operativo.

 

5. A CHI VANNO RICHIESTE LE AUTORIZZAZIONI per lavorare con un drone da 300 grammi?

Dipende dal vincolo e dall’ente che ha richiesto la segregazione di quello spazio aereo, Enac, Enav, Ente Parco, ministero di grazia e giustizia (per i carceri) ecc… La comunicazione spesso va data anche alla prefettura.

 

6. SE VOLO IN CITTÀ DEVO AVVISARE IL COMUNE?

Non è obbligatorio, i comuni di solito NON hanno competenze aeronautiche per quanto concerne l’attività di VOLO. Possono però esserci ordinanze comunali sul divieto o gestione a titolo oneroso delle riprese. Verificare sul sito del comune. Tuttavia è buona norma avvisare con PEC il comando di PS, vigili e sindaco. Se esce un controllo e la PS è avvisata sarà più facile e veloce.

 

7. COME FACCIO A CAPIRE SE CI SONO VINCOLI E DOVE TROVO LE CARTOGRAFIE?

L’operatore APR è tenuto a conoscere le regole dell’aria (lo dichiara a ENAC nella dich. Rispondenza). Le cartografie UFFICIALI le trovate iscrivendovi al sito ENAV nella sezione >>servizio nline>> AIP>>ENR>>cominciate a guardare le sez.ENR6 e ENR5. Nei file del gruppo ho caricato un .pdf scaricato da sito enav dal titolo “impariamo a leggere le carte aeronautiche” (La presente dispensa si pone come semplice ausilio all’ interpretazione della carte aeronautiche, in quanto resta valido solo quanto riportato nelle Pubblicazioni approvate). Ci sono anche molte APP e software per capire come e dove volare, da usare come supporto , le carte ufficiali sono SOLO quelle ENAV-AIP.

 

8. NON HO FATTO NESSUN CORSO NON SONO OBBLIGATO A CONOSCERE E RISPETTARE LE REGOLE per Lavorare con un drone da 300 grammi.

L’OPERATORE DEVE conoscere e rispettare le regole dell’aria, è perciò responsabile della condotta di volo e lo dichiara sotto propria responsabilità nella dichiarazione di rispondenza.

 

9. COSA è UN NOTAM? SONO TENUTO A SAPERE E RISPETTARE?

Un NOTAM è una riserva dello spazio aereo temporanea quindi SI DEVE SAPERE E VALUTARE. Fa parte della fattibilità normativa dell’operazione. Consiglio di vedere il sito >> notaminfo.com

 

10. CON UN 300g POSSO SORVOLARE ASSEMBRAMENTI DI PERSONE? 

Lavorare con un drone da 300 grammiNO. MAI. Nessun Drone può sorvolare assembramenti di persone.

 

11. CON UN 300g POSSO SORVOLARE PERSONE?

Si, solo alcune persone che NON siano considerate assembramento.

 

12. COME SI DEFINISCE ASSEMBRAMENTO?

Ad oggi non vi è una definizione specifica. La valutazione è a cura dell’operatore. Occorre quindi considerare il rapporto fra numero di persone e spazio disponibile. Esempio: Se 10 persone sono concentrate in 10 mq è assembramento, se le stesse 10 persone sono sparse in una piazza da 200 mq, non è assembramento. Interpretazione… Ognuno valuta a rischio suo, il responsabile è sempre e cmq l’operatore.

 

13. QUANTO MI POSSO AVVICINARE AD UN ASSEMBRAMENTO? UN 300g HA AREA DI BUFFER?

Un 300 g NON è soggetto ad analisi di rischio (come da dich. Rispondenza) e non è soggetto a buffer, posso avvicinarmi all’ assembramento quanto ritengo opportuno, ma SENZA sorvolarlo. L’operatore valuta in base alle condizioni (vento, ostacoli, interferenze ecc..) . La responsabilità è comunque sempre dell’operatore.

 

14.  E’ POSSIBILE VOLARE CON UN DRONE DA 300 grammi IN CTR?

Il volo in CTR è consentito ai SOLI OPERATORI con limiti stabiliti da regolamento Sez. V art. 24 punto 5.

 

15. POSSO VOLARE IN ATZ?

NO, salvo richiedere opportune autorizzazioni, valutando tempi e costi.

 

16. DEVO SEGNARE OGNI VOLO SUL MANUALE DELLE OPERAZIONI?

SI SEMPRE. Quando un drone viene riconosciuto come APR per utilizzo professionale, ogni SINGOLO decollo e atterraggio è considerata OPERAZIONE SPECIALIZZATA, anche se state in volo 30 sec. Si segna SEMPRE ora decollo, ora atterraggio, tempo di volo oltre a luogo di volo e motivo del volo. Anche se siete in campo volo va segnato ogni SINGOLO volo, anche solo come addestramento o test o …quello che volete.. Questo ha un senso perché il monte ore di volo va contabilizzato in quanto si riflette sulle manutenzioni periodiche della macchina da effettuare obbligatoriamente come dichiarato sul MANUALE MANUTENZIONE. Inoltre, si ha l’obbligo di comunicare 1 volta all’anno a ENAC il report delle operazioni (tot. Ore di volo e totale operazioni)

 

17. SERVE ANCHE IL LOGBOOK PILOTA? QUALI MANUALI SERVONO per Lavorare con un drone da 300 grammi?

manualistica e dichiarazione di rispondenza al regolamento ENAC SAPR spark dji Lavorare con un drone da 300 grammi

Il Logbook pilota serve SOLO per i PILOTI, cioè coloro che hanno un attestato PILOTA. gli OPERATORI 300g non sono piloti in genere, quindi i voli vanno segnati solo sul registro operazioni. I Manuali necessari sono segnalati sul modulo di dichiarazione di rispondenza (modulo APR_3.7_RE) che si compila per il riconoscimento enac. Sul registro operazioni va segnato come minimo, n°volo, ora decollo, ora atterraggio, coordinate di decollo, (da leggersi su APP), tempo di volo, note varie (fra cui se si vuole motivo del volo).

 

18. CHE TIPO DI TARGHETTA DEVO APPORRE SUL MIO APR  per Lavorare con un drone da 300 grammi?

I dati da PORTARE A BORDO sono riportati sulla dichiarazione di rispondenza che è stata inoltrata ed ENAC. In più occorre inserire il QRCODE generato da D-Flight a cura di ENAV che sarà fornito successivamente alla validazione e pubblicazione ENAC.

 

19. OCCORRE STIPULARE UN CONTRATTO CON IL COMMITTENTE per Lavorare con un drone da 300 grammi?

Si. Il Regolamento è chiaro su questo aspetto, ogni Operazione specializzata deve NECESSARIAMENTE essere svolta solo in seguito ad un accordo formale con la committenza (Art. 7 Comma 3 regolamento SAPR). Nei file del gruppo trovate una traccia di contratto tipo.

 

20. CHE TIPO DI ASSICURAZIONE SERVE PER LAVORARE CON UN DRONE DA 300 grammi ? 

Per ogni APR, è OBBLIGATORIA un assicurazione specialistica di tipo aeronautico. Il massimale minimo previsto è di 1 milione di Euro.

 

21. QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE LA PETTORINA PREVISTA DA REGOLAMENTO CHE  INDOSSERO’ DURANTE IL PILOTAGGIO per Lavorare con un drone da 300 grammi?

Il PILOTA deve essere riconoscibile durante l’operazione specializzata. Il regolamento è chiarissimo SEZ II art. 8: “Ai fini del presente regolamento è obbligatorio l’uso di giubbetti ad alta visibilità recanti l’identificativo “PILOTA di APR”.

 

LINK UTILI per Lavorare con un drone da 300 grammi:

 

kit alleggerimento modifica spark inoffensivo

IL KIT DI ALLEGGERIMENTO PIU’ VENDUTO IN ITALIA ! ! !

REGOLAMENTO ENAC “MEZZI AEREI A PILOTAGGIO REMOTO”

ENAC – FAQ

REGOLE DELL’ARIA ITALIA (RAIT)

ELENCO OPERATORI SAPR

ENAV – CARTOGRAFIA AERONAUTICA (AIP ITALIA)

FACE-BOOK – GRUPPO DI SUPPORTO DRONI 300g

PRODOTTI:

KIT DI ALLEGGERIMENTO DJI  SPARK + CONSULENZA

ALLEGGERIMENTO PARROT BEBOP2 + CONSULENZA

KIT DI ALLEGGERIEMENTO PARROT BEBOP1+CONSULENZA

 

 

 

AVVISO IMPORTANTE!!! IL NOSTRO SHOP RIMARRÀ CHIUSO DAL GIORNO 4 AGOSTO AL GIORNO 2 SETTEMBRE. EVENTUALI ORDINI INOLTRATI IN QUESTO PERIODO SARANNO EVASI A PARTIRE DAL 3 SETTEMBRE. FLY TO DISCOVER AUGURA BUONE VACANZE A TUTTI I NOSTRI CLIENTI!!! Ignora